Noccioleti resistenti, menzione di merito per il progetto candidato dall’Università Mediterranea di Reggio Calabria

Si chiama “Noccioleti Resistenti. Strategie per la rinascita culturale ed economica delle comunità dei borghi” il progetto che insiste su Raccuja e Ucria, due abitati in provincia di Messina, circondati dai boschi e inclusi nel parco regionale dei Nebrodi.

Il bando promosso dalla Fondazione Sicilia, è rivolto alla valorizzazione dei piccoli borghi di cui l’Isola è costellata ed ha voluto stimolare la riflessione sul tema del recupero invitando le Università ed i Centri di Ricerca pubblici a presentare idee progettuali per la rigenerazione dei borghi abbandonati siciliani, di particolare valore storico e culturale, che si trovino in comuni diversi dalle città capoluogo.
L’idea che ruota attorno al progetto, candidato dal dArTe dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria in collaborazione con YOUrbanMOB e Cittadinanzattiva, è la valorizzazione di un territorio di grande bellezza, che ha la sua identità nei noccioleti e nella produzione delle nocciole.
Un’attività fonte di sostentamento economico in un passato non troppo lontano. L’ipotesi è che intorno a una produzione agricola di altissima qualità e fortemente radicata si possano collegare attività collaterali come trasformazione, degustazione e vendita, per creare un indotto turistico. La nostra Università ha preso parte alla cerimonia di premiazione, che si è tenuta a Plazzo Branciforte (Palermo), grazie alla menzione speciale ricevuta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.